vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Architettura e città Marco Romano, La città come opera d'arte

Massa Lombarda (RA), 6 maggio 2011, ore 20.30

La Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e il Comune di Massa Lombarda con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Ravenna

organizzano un ciclo di conferenze dal titolo
"ARCHITETTURA E CITTÀ"
a cura di Massimiliano Casavecchia

Il primo appuntamento è programmato per
Venerdì 6 maggio - ore 20,30
Presso la Sala Multimediale – Centro Culturale "Carlo Venturini", Viale G. Zaganelli n. 2 -  Massa Lombarda (Ra) 

Relatore è Marco Romano

Professore ordinario di Estetica della città presso la Facoltà di Architettura di Genova. Ha diretto il Dipartimento di Urbanistica dell'Istituto Universitario di Architettura di Venezia (1978/1982) ed è stato Direttore della rivista Urbanistica, organo ufficiale dell'Istituto Nazionale di Urbanistica (1977/1986). Tra i suoi scritti più importanti L’urbanistica italiana nel periodo dello sviluppo. 1942-1980 (Venezia 1980), Il linguaggio urbanistico (Firenze 1983) e L’estetica della città europea (Torino 1993). Scrive su Il Corriere della Sera.

Titolo della conferenza è "La città come opera d'arte"

Il linguaggio della città deve essere comprensibile da tutti i cittadini. E tutti i cittadini hanno, in quanto membri di una comunità, competenze sulla forma della città e sul suo progetto. Dinanzi a periferie condannate alla perdita di significato estetico, occorre tornare al linguaggio urbanistico e architettonico consolidato nei secoli: quello che costituisce la città in un'opera d'arte apprezzabile da tutti e occorre tornarci non soltanto per un'esigenza di ripristino linguistico, ma perché la sfera estetica della città è il mondo simbolico pregnante della cittadinanza, qui in Europa, e periferie non adeguatamente tematizzate sono emarginate dalla partecipazione all'universo simbolico della città. Universo simbolico che assicura a tutti i cittadini eguale riconoscimento della loro dignità.

L'Ordine degli Architetti della Provincia di Ravenna riconosce a tali conferenze il carattere di formazione professionale permanente e attribuisce ad ognuna due cfp (crediti formativi professionali)