vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Architettura e città Rudi Fallaci, Massa Lombarda: la città del piano

Massa Lombarda (RA), 21 giugno 2011, ore 20.30

LaScuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

e il Comune di Massa Lombarda

con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Ravenna
 
organizzano un ciclo di conferenze dal titolo
"ARCHITETTURA E CITTÀ"
a cura di Massimiliano Casavecchia
 
Dopo Marco Romano, Giuliano Gresleri ed Ernesto Antonini, l’ultimo appuntamento è programmato per

Martedì 21 giugno - ore 20.30
presso la Sala Multimediale – Centro Culturale "Carlo Venturini", Viale G. Zaganelli n. 2 -  Massa Lombarda (RA).
 
Relatore è Rudi Fallaci
Progettista senior nel campo della programmazione e pianificazione territoriale e urbanistica. Già consulente delle Amministrazioni provinciali di Bologna, Modena, Ravenna, e Rimini per l’elaborazione dei rispettivi PTCP, consulente della Regione Emilia-Romagna, progettista e/o consulente della redazione di vari PRG, PSC e RUE comunali e intercomunali  fra i quali quelli di Riccione e Reggio Emilia, i 10 comuni dell’Associazione Bassa Romagna (Ra), i 5 comuni di Argenta, Migliarino, Ostellato, Portomaggiore e Voghiera (Fe), e i 3 comuni dell’Associazione Valle dell' Idice. Già membro del Direttivo nazionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU).
 
Titolo della conferenza è" Massa Lombarda: la città del piano"
Nella Unione dei comuni della Bassa Romagna, della quale Massa Lombarda fa parte, è in corso di elaborazione la nuova pianificazione urbanistica introdotta dalla L.R. 20/2000.Al momento, dopo la definitiva approvazione del PSC, è stato adottato il RUE e si sta cominciando a lavorare alla formazione del POC. Perché articolare il Piano urbanistico in tre strumenti distinti: strategia e scelte di fondo, regole del gioco, programma degli interventi realmente fattibili sulla base di precisi accordi sottoscritti fra Amministrazione Comunale e operatori privati. L'edificabilità delle nuove aree dà 'diritto' ad oggetto di valutazione e negoziazione. Il contributo necessario dell'iniziativa privata al miglioramento della 'città pubblica': spazi pubblici, servizi, edilizia residenziale sociale.

L'Ordine degli Architetti della Provincia di Ravenna riconosce a tali conferenze il carattere di formazione professionale permanente e attribuisce ad ognuna due cfp (crediti formativi professionali)
 

Documenti